mercoledì 16 marzo 2016

Tempesta D'Amore: La madre di Norman è incinta di André?

In questi giorni abbiamo parlato dell'arrivo di Nina Kowald (Saskia Valencia), la madre di Norman (Niklas Loffler) che animerà le puntate di Tempesta D'Amore in onda in Germania ad aprile.

Come suggeriscono le Anticipazioni, Nina presto scoprirà di essere incinta e ciò accadrà proprio a margine di una relazione con André (Joachim Latsch).

Fin da subito, Norman e Nils si convinceranno che la donna, lasciata da poco dalla compagna, abbia voluto ripetere quanto ha già fatto in passato con il personal trainer. 

Ricordiamo infatti che Norman è nato da un inganno di Nina che ha sedotto e poi abbandonato Nils per creare una famiglia con la sua compagna.. Ci risiamo?

23 commenti:

  1. Solo nelle fiction -brutte- la gente si gayzza e sgayzza come niente fosse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma la fiction italiana qualcosa ha fatto ultimamente e anche al cinema ne hanno fatto di storie omosessuali ma effettivamente prima è successo agli inizi quantomeno (giusto per fare un esempio Luca di Distretto di polizia prima gay, poi praticamente etero). Magari questa volta può anche essere che lei è già incinta e vuole rifilare il figlio ad André, in fondo aveva sedotto Nils per avere un figlio con la compagna per fare una famiglia ma questa volta che motivo avrebbe? Boh. Chi lo sa. Giò

      Elimina
    2. Sì è proprio a Distretto che mi riferivo principalmente. Luca divenne etero a furor di bimbeminkia, una cosa tristissima.
      Forse la signora tenta di nuovo di concepire come fece con Nils. Spero di no!

      Elimina
    3. Si li era stata una cosa terribile, perché crearono la pseudo-ship Luca-Anna (solo perché la Bevilacqua e Corrente stavano insieme ai tempi, almeno in parte secondo me era dovuto a quello), nelle prime serie secondo me l'omosessualità di Luca era stata trattata bene tutto sommato, non avevano mai calcato la mano, né tantomeno lo avevano nascosto. Vabbè poi per me Distretto finisce alla sesta stagione, dopo non ha più avuto ragione di esistere. Giò

      Elimina
    4. Perfettamente d'accordo con voi... io di Luca ho adorato solo la sua storia con Adriano, misteriosamente scomparso.

      Elimina
    5. Un'altra fan di Distretto, anche tu Patty? Si la storia con Adriano è l'unica degna di importanza, poi in realtà aveva avuto anche l'avventura con Valeria, quando stava con lui, si è mollato tra terza e quarta stagione con Adriano offscreen, comunque il personaggio è stato rovinato man mano che è diventato più protagonista anche se è brutto da dire. Comunque io indipendentemente dalle storie omosessuali, a Distretto ho amato altri personaggi. Giò

      Elimina
    6. I personaggi o li fai da subito bisessuali o li lasci gay, mi delude (tranne se fanno una cosa senza importanza, come fu per Luca con Valeria, una cosa di una notte e basta) un'improvvisa storia di spessore con una persona del sesso opposto dopo che il personaggio è stato per anni gay.

      Elimina
    7. Luca non era un personaggio da promuovere a ruolo centrale, non aveva neanche tutto questo amore per il lavoro visto che lo aveva mollato più di una volta. Mi ricordo una storia con un avvocato sposato ma che finì male ma mai digerito la storia con Anna, era perfetto come gay.

      Insomma spero che questa tipa non la trasformino all'improssiso in etero o bisessuale dopo che per anni è stata gay convinta, mi sembrerebbe troppo strano... e poi non so mi sembra di mandare un brutto messaggio sui gay

      Elimina
    8. Si sono d'accordo, poi Luca oltretutto era stato un personaggio gradevole, un bravo ragazzo, carino, piacevole, nella sua poca importanza, per me oltre al fatto che lo hanno fatto diventare etero, è diventato proprio insopportabile come carattere non appena è diventato il capo, per me non aveva proprio la stoffa il personaggio, considerando poi chi aveva comandato prima di lui, proprio diversa levatura i suoi predecessori (per Luca era stata un'avvventura, ma Valeria si era presa una cotta se non ricordo male), comunque nelle ultime serie di Distretto hanno rovinato molti personaggi, pensa che io la storia di Giulia Corsi la considero conclusa a fine quinta stagione, la decima non la considero neppure in relazione al suo personaggio. Oggi nelle fiction italiane secondo me c'è il problema opposto rispetto allo sdoganamento della coppia omosessuale, sembra che debbano inserire i personaggi omosessuali e le coppie in tutte le serie tv, quasi fosse un obbligo, per non essere tacciati di scorrettezza o razzismo in un certo qual modo. Giò

      Elimina
    9. La cosa più interessante di Luca fu la storia con Adriano perché si vedeva tutta la difficoltà e l'ipocrisia della situazione. Scritta anche discretamente. Ma è vero, al di là della bellezza di Simone -che ha attirato le perniciose BM ahimè- il personaggio non aveva molto da dire.

      Elimina
    10. Per me il top Distretto lo raggiunse nella stagione con Pasotti, l'ultima puntata con Paolo Libero è un gioiello. La SL era forte ma gestita bene.

      Elimina
    11. Giò l'eccesso di politicamente corretto è deleterio sempre, in questo caso poi ormai c'è una pressione esterna che sta arrivando al delirio. Non c'è niente di spontaneo nell'infilare coppie gay in ogni fiction, al contrario si intravede una certa coda di paglia.

      Elimina
    12. Si purtroppo era così, senza offesa per Simone Corrente, ma non era un grande attore. La quarta stagione fu eccezionale, la linea gialla era straordinaria e poi il cast eccezionale, la scena del ritrovamento di Paolo fu davvero fuori dal comune, una delle migliori interpretazioni drammatiche di Claudia Pandolfi (tra l'altro Giulia Corsi era da viaggio a Lourdes secondo me). Giusto per fare un parallelismo riguardo ai caratteri dei personaggi: a Distretto hanno avuto Paolo Libero, a Sdl abbiamo avuto Niklas Stahl. Giò

      Elimina
    13. Sinceramente non capisco perché si sia finito a parlare di Distretto di polizia in un blog dedicato ad altro e cosa ci sia di male se un personaggio gay abbia anche esperienze eterosessuali (già nella terza stagione Luca ha tradito Adriano con Valeria, quindi questo sta ad indicare lo scarso amore di Luca, per non parlare dello scarso interesse degli autori per la loro storia, visto che l'hanno caratterizzata poco e male. Con Anna e Viola, invece, non è successo pressoché nulla). La cosa però che mi lascia più perplessa è il paragone tra Paolo Libero e Niklas Stahl, visto che in comune non hanno nulla: Paolo, per quanto lo amassi, non riusciva a trattenersi e il più delle volte sembrava un matto completo; cosa che non mi pare sia mai successa a Niklas.

      Elimina
    14. Elisa ne abbiamo parlato a riguardo di fiction in cui i personaggi vengono snaturati riguardo all'orientamento sessuale, con Luca è successa questa cosa da un certo punto in poi nel suo rapporto con Anna. Tra l'altro ricordo un'intervista dell'attore che proprio ai tempi della nona serie, aveva definito il suo personaggio bisex, si era un po' arrampicato sugli specchi secondo me, perché il personaggio era nato omosessuale ed è stato sgayzzato così come lo ha detto Sam. Riguardo ai personaggi diversi sia chiaro di Paolo in Distretto e di Niklas in Sdl, forse mi sono spiegata male, il mio parallelismo riguardava il fatto che comunque sono entrambi sulla scia o quantomeno sono uomini passionali, istintivi, etc, detto ciò non volevo assolutamente dire che sono uguali, per carità, concordo con te, Paolo a volte era fuori come un balcone quando perdeva il controllo, Niklas a quel punto non è mai arrivato. Era giusto un parallelismo, diciamo una sorta di confronto su quella tipologia di personaggio, poi c'è un abisso chiaramente, una è un poliziesco e l'altra una soap. P.s. Hai ragione, siamo andati off-topic, colpa mia, è che dopo il primo commento di Sam, mi è venuto immediatamente in mente Luca e l'ho citato. Giò

      Elimina
    15. Siamo arrivate a parlarne perchè la storyline omosessuale ormai è un topos immancabile e la sua (mala)gestione è confrontabile con diversi tipi di fiction. Poi siamo andate OT e me ne scuso.

      Elimina
    16. Si sottoscrivo quello che ha scritto Sam, riguardo alla tematica comunque la penso come Patty i personaggi o li fai da subito bisessuali o li lasci gay (anche perché una cosa è un'avventura , che tra l'altro si qualifica da subito per la sua insignificanza, un'altra è cambiare l'orientamento sessuale di un personaggio così come gira il vento). Comunque questa storyline della madre di Norman, non vorrei sbagliare, ma potrebbero anche far cadere il tutto nel ridicolo e nel grottesco, visto che ormai nelle storie secondarie hanno questo vizio, prendono tematiche importanti e riducono tutto al ridicolo in alcuni casi. Non so non mi da l'impressione che vogliono trattare la storyline omosessuale non quantomeno nella modalità seria, in proporzione era stato divertente quando c'è stato il matrimonio André-Michael, li è stata una cosa molto più tranquilla e anche spassosa. Giò

      Elimina
  2. Comunque mi sembrebbe troppo scontato se il figlio fosse di Andrè e fosse stato concepito come per Norman. Alla fine spero che lei rimanga gay e trovi un'altra donna con cui rifarsi una vita lontanta dall'hotel.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se si portasse via anche Norman, credo che nessuno di noi si offenderebbe. Ah ah ah. Giò

      Elimina
  3. credo sarà un'altra bolla di sapone

    RispondiElimina
  4. Sono letteralmente alla frutta

    RispondiElimina